LA RESILIENZA

LA RESILIENZA. Oggi si parla sempre di più della resilienza ma cos’è la resilienza?Il termine proviene dalla metallurgia e indica la capacità di in metallo di resistere senza spezzarsi alla forze e ai colpi che gli vengono inferti. In ambito umano la persona resiliente e’ l’opposto di una facilmente viulnerabile. Dopo mille ostacoli, dopo mille paure, dopo mille dolori, dopo mille addii c’è una sola parola che spiega perché qualcuno si rialza più forte essa è : resilienza. Ne’ io, ne’ tu, nessuno può colpire duro come fa la vita, perciò andando avanti non è importante come colpisci, l’importante e’ come sai resistere ai colpi, come incassi, e se finisci al tappeto se hai la forza di rialzarti. Di fronte a cocenti sconfitte o fallimenti le persone resilienti non gettano mai la spugna, dagli insuccessi,dagli errori e dalle sconfitte trovano la forza per migliorarsi e idee per nuovi progetti riconoscendo i propri limiti così come i propri punti di forza. Come diventare resiliente: essere certi delle proprie capacità per superare le difficoltà anche nei momenti più bui.- avere principi saldi sul senso della propria vita- avere punti di riferimento validi ( amici- parenti)- saper gestire i cambiamenti senza rimpianti- rimanere ottimisti avendo fiducia di andare oltre l’ostacolo in quanto gli ostacoli non sono durevoli ma momentanei ” a da passa’ a nuttata” diceva Eduardo De Filippo. – volersi bene fare una vita sana con corretta alimentazione, movimento quotidiano, rispetto dei ritmi biologici in modo da essere in salute e in forma per superare le sfide della vita.- affrontare sempre gli ostacoli scrivendo un elenco di idee e mettere in pratica la migliore- imparare a valutare la realtà cioè vedere anche le situazioni più difficili in modo realistico senza farsi prendere dalla disperazione.”Quello che non mi uccide, mi fortifica” scriveva Nietzsche nell’autobiografia”Ecce Homo”(1888) e prima di lui Kiekegaard (1843) sosteneva che la disperazione e’ una condizione assoluta per crescere e maturare. Quindi dopo la crisi la crescita impariamo ad essere resilienti e a volare dove osano solo le aquile. Buona Resilienza.

Annunci

Informazioni su pietromascheri

PIETRO MASCHERI, nato a Città di Castello, si è prima laureato in Farmacia e poi in Sociologia, si è quindi specializzato in Fitoterapia presso l’Uni-versità degli Studi di Siena e presso – Istituto Internazionale di Fitoterapia. Si occupa di piante medicinali, di terapie naturali, di prevenzione e di educaziofle sanitaria da molti anni.Ha insegnato Fitoterapia e Medicina naturale presso varie UNITRE della Toscana, scrive su alcuni giornali e riviste specializzate di terapie fitoterapiche e naturali. Ha pubblicato: «impiego di erbe e piante medìcinali nella memoria storica dei rimedi verdi e delle Fitoterapie» in (l’arte al potere) Compositori,, Bologna, 1992; «Al di là del sintomo» ed. Era Nuova, Perugia, 1994.

Pubblicato il agosto 25, 2015 su Uncategorized. Aggiungi ai preferiti il collegamento . Lascia un commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: